0 1

Ginevra – 7 motivi per visitare una piccola perla

Ginevra è la seconda città della Svizzera, nonché la seconda più verde d’Europa: il 20% del suo territorio è formato da parchi e aree verdi. È una città molto internazionale. Il francese è la lingua più parlata, ma sentirete anche molto tedeschi, italiani e portoghesi. Uno dei centri economici e culturali più in fermento d’Europa – ma nonostante tutto questo è ancora piuttosto sottovalutata.

Leggete i nostri 7 motivi per visitare la piccola perla chiamata Ginevra.

 

#1 – Il panorama

La Svizzera è indubbiamente con i paesaggi più belli in Europa. E a Ginevra di posti stupendi ce ne sono in abbondanza! Come il Lago di Ginevra. Il “Lac Léman”, come viene chiamato in francese, è adagiato fra Francia e Svizzera ed è uno dei più grandi dell’Europa occidentale.  L’acqua è purissima, grazie alla neve sciolta proveniente direttamente dalle Alpi.

Curiosità: sapevate che l’acqua “Evian” si chiama così perché viene dalla città Evian, sulle rive del lago Ginevra? (Ma nella parte francese). Un’ulteriore prova di quanto l’acqua sia pulita e pura, no? Le Alpi innevate fanno da sfondo al lago e alle sue acque blu, formando una splendida cartolina.

Il prossimo posto che dovreste vedere è il Giardino Botanico di Ginevra (ed è anche piuttosto vicino al lago). È un vero e proprio museo vivente, il parco più grande di Ginevra e uno dei beni culturali più importanti del paese. 14000 specie viventi e un herbarium storico con 6 milioni di campioni. Le specie viventi sono divise in tante categorie, tra cui quelle estinte! Ci sono anche animali che scorrazzano tranquilli e un’area per famiglie.

#2 – I monumenti

Il giorno seguente potreste interamente dedicarlo alle attrazioni migliori di Ginevra. Prima tappa al “Jet d’Eau”, la più famosa della città e dal prestigio internazionale. In mezzo al porto del Lago, c’è un’ enorme fontana che spruzza circa 500 litri d’acqua a 200 km/h! Il getto raggiunge i 140 metri d’altezza, ma non è sempre stata un’attrazione turistica: fu inventato infatti per risolvere un problema di mancanza di energia idraulica.

Recatevi poi al Muro dei Riformatori. Un tributo alla riforma protestante e ai suoi leader, di cui Ginevra fu rappresentante. Il muro, nel quale compaiono le statue dei riformatori, fra cui Giovanni Calvino,  si trova al Parc des Bastions, ed è lungo 100 metri. Il Parco è un’oasi verde nel centro città. Fate una promenade, ammirate i palazzi e mangiate in uno degli ottimi ristoranti.

Un altro monumento insolito e eclettico è la Broken Chair, “sedia rotta”Una vera e propria gigantesca sedia con una gamba rotta. Simboleggia la protesta contro le mine, e la richiesta al governo svizzero di firmare il trattato di Ottawa nel 1997 per abolire completamente l’uso delle mine. Si trova di fronte al Palazzo delle Nazioni, la sede di uno dei quattro uffici maggiori delle Nazioni Unite.

#3 – I musei

Ora che avete visto tutti questi monumenti, vorrete apprendere un po’ di storia e cultura svizzere! Bè, anche in questo caso, Ginevra vi accontenterà con i suoi musei. Magari prendete la Geneva card, se volete entrare in diversi musei e risparmiare sull’ingresso ! Dato che avete visitato il Muro dei Riformatori, continuate con il Museo Internazionale della Riforma. Si trova in un palazzo del 1700, nascosto nella Città Vecchia; capirete l’influenza internazionale che Ginevra ha avuto durante il XVI secolo e la storia del movimento protestante attraverso un’esperienza interattiva.

Un museo emozionante che vi potrebbe interessare è il Museo Internazionale della Croce Rossa. Dedicato alla vita e all’opera del fondatore della Croce Rossa Henry Dunant, ci sono molte foto e testimonianze di 150 anni di storia, ma anche attività che ricreano le condizioni, per esempio, di una catastrofe.

Potete andare anche al Museo Philippe Patek, dove sono mostrati i lavori del maestro di orologi. Infine, vi raccomando la Fondazione Bodmer: un museo-biblioteca che vanta una enorme collezione di libri e manoscritti originali.

water jet ginevra

Jet d’Eau

#4 – I quartieri 

A primo impatto, Ginevra vi potrà sembrare un po’ noiosa e “moderata”. Non fatevi ingannare, perché in città c’è di tutto! Iniziamo con la Città Vecchia – la più turistica per ovvie ragioni: ristoranti gourmet, piccoli negozi e antiquari. Questo è il quartiere più antico di Ginevra, e farete un passo indietro nel tempo andandoci. Il Bourg-de-Four Square, la parte in assoluto più antica della città, la troverete qui. Il mercato che si svolgeva in questa piazza nel IX secolo era molto importante!

Di lato alla piazza, troverete la Cattedrale St. Pierre. È considerata dagli abitanti una meraviglia dell’architettura…Bè, si trova lì da 850 anni!

old town ginevra

La città vecchia di sera

Passiamo ai quartieri più “bohemien”: il primo è Carouge, dove si respira un’aria quasi mediterranea. Poi c’è il Bains district, chiamato il SoHo della Svizzera – questo quartiere è la piattaforma europea dell’arte moderna!

#5 – La scienza

Bene, a questo punto se avete seguito i nostri consigli, avete visto un sacco di posti storici e imparato qualcosa sul passato di Ginevra. E se passassimo alla scienza ? Sicuramente saprete che Ginevra è la sede del CERN! Il centro di scienza dove fisici e ingegneri usano gli strumenti scientifici più complessi del mondo. Perché non fare un tour (gratuito) guidato dell’edificio?? Basta andare sul sito del CERN e controllare gli orari e la lingua (inglese o francese).  I più importanti contributi che il CERN ha apportato alla scienza, sono in mostra nella mostra permanente al Globo della Scienza e Innovazione.

Globe of Science and Innovation

Il Globo della Scienza e dell’Innovazione

#6 – Il cibo

Naturalmente, il buon cibo in Svizzera è di casa. Il paese è famoso per le sue delizie culinarie, e Ginevra non fa eccezione. La fonduta di formaggio è piuttosto famosa e se amate il formaggio in generale, siete fortunati perché i migliori sono prodotti in questo paese. Ad esempio l’aromatico Appenzeller, l’Emmentaler o lo Sbrinz, che può essere prodotto solo dal latte locale. Non può mancare la Raclette – il formaggio fuso servito con patate, cetriolini e cipolle.

Naturalmente, non fatevi mancare il cioccolato! La Svizzera fu il primo paese europeo che iniziò la produzione di cioccolato nel XVII secolo, e lo sanno fare molto bene! Potete provare molti tipi diversi di cioccolato, in qualsiasi boutique di cioccolato in cui entrerete, la qualità e il sapore perfetti sono garantiti. Andate alla Fabbrica di cioccolato Favarger, fate un tour guidato e imparate qualcosa sul processo di creazione.

#7 – Andare in bici 

Dopo aver letto di tutti i nostri suggerimenti e cose da fare, vi starete domandando come fare a vederle tutte! Bè, ho la soluzione: noleggiare una bici da uno dei nostri partner in zona 🙂
Ginevra è piuttosto bike-friendly e ha molte piste ciclabili, quindi potrete pedalare tranquillamente. Inoltre ha una rete di percorsi ciclistici ben connessi con le campagne intorno alla città!

Un percorso molto carino va da Ginevra a Sézevone. Segue il fiume Reno, dove questo confluisce coll’Arve e arriva nell’area di Lancy e Onex. Passerete dai vigneti di Signal de Bernex e potrete profittare dei panorami meravigliosi dei monti Jura e Salève.

Vi abbiamo convinto a visitare Ginevra? Cliccate il bottone e iniziate a pianificare il vostro viaggio svizzero!

Noleggia una bici a Ginevra!

Teodora Georgieva

Traduzione Fiammetta Pellone

 

Spread the love
0 1