7 2

Cultura ciclistica nei Paesi Bassi

Noleggia una bici nei Paesi Bassi!

Avrete sicuramente visto foto o sentito parlarne: Amsterdam è piena di bici. Sono ovunque. Alcune volte vi verrebbe da chiedere “Come diamine ci sono finite lì?”. Beh, è una lunga storia e proverò a raccontarvela in questo articolo. Parliamo di come i Paesi Bassi siano diventati la capitale del ciclismo.

E’ parte di lorocultura ciclistica

Andare in bici nei Paesi Bassi è sempre ben accetto (da notare che vivo a Rotterdam). Sia che andiate a fare la spesa, a prendere i vostri figli da scuola o perfino a ballare in discoteca, nessun Olandese storcerà il naso vedendo la vostra bici piena di roba da mangiare, con un bambino sul seggiolino di dietro ed uno su quello davanti o vedendovi pedalare con i tacchi. Lo hanno assimilato, ed ora è veramente parte della loro cultura.

Una strada lunga e difficile

Dopo la Seconda Guerra Mondiale, gli Olandesi furono molti attratti dal trend automobilistico di quegli anni. Sembrava che l’era delle due ruote fosse giunta al termine e le città, in fase di ristrutturazione, cercavano sempre più di adattarsi a ciò. Poi, intorno agli anni ’70, il tasso di incidenti in auto aumentò notevolmente. Molti bambini persero la vita in questi incidenti, generando vari movimenti per fermare questo “trend automobilistico”. Probabilmente lo scopo era semplicemente rendere i guidatori più responsabili, ma già da adesso, l’idea del ritorno alle bici iniziò ad instaurarsi.

Poi ci fu la crisi energetica del ’73. I prezzi crebbero notevolmente e guidare le auto divenne troppo costoso. Il governò, inerme, suggerì agli abitanti di trovare alternative alle auto. Così, le bici ri-iniziarono a comparire per le città. Strade meno affollate e diminuzione degli incidenti, fece si che vennero molto apprezzate dalla popolazione. Da allora, il numero delle bici crebbe notevolmente e molti interventi vennero effettuati per salvaguardare i ciclisti.

cultura ciclisticaRisultati

Come si presentano oggi i Paesi Bassi? Grazie agli ingenti investimenti, le piste ciclabili sono ovunque. Collegano perfino alcune città tra di loro. In alcuni casi sono semplici corsie della strada, in altri veri e propri percorsi separati. E’ importante notare che i ciclisti hanno precedenza non solo sulle auto, ma anche sui pedoni e su qualsiasi altro veicolo.

Con così tanti ciclisti, penserete che il business dei caschi va alla grande qui. E invece no. Praticamente nessuno indossa caschi, né bambini né adulti. Se chiedete ad uno di loro se crede di essere un ciclista, vi risponderà con un semplice “Sono olandese”, il che dovrebbe riassumere abbastanza bene il concetto.

La popolazione ha chiesto miglioramenti, il governo ha visto bene la situazione, ha investito molto ed ora è un elemento chiave della loro cultura. Nonostante ciò, ci sarà sempre qualcuno che vuole cambiare un quartiere od una strada, farla più o meno “bike-friendly” o cose così.

Spero che abbiate imparato qualcosa di nuovo da questo articolo, come certamente è successo a me. Vivendo qui, riesco davvero a percepire quanto le bici possano influenzare le città e le persone, è davvero magnifico!

Saremo più che felici di condividere la vostra esperienza nei Paesi Bassi, scriveteci tutto a riguardo! E non dimenticate di taggarci sui social network con l’hashtag #bimbimbikesadventures!

Erick

Erick

ha perso la sua bici

Noleggia una bici nei Paesi Bassi!

Spread the love
7 2