0 0

Nuovi luoghi e culture da scopire nell’antica Armenia

Fuori dai classici itinerari turistici, l’Armenia è abitata fin dal 3200 AC. Le influenze culturali più forti che osserverete sono turche e sovietiche. La capitale Yerevan, è davvero sopra le righe, moderna e sorprendente, lontana dai nostri standard europei. In particolare, con quest’articolo vorremmo incoraggiarvi a viaggiare negli splendidi paesaggi offerti da questo piccolo Paese. Il mountain biking è un’attività in crescita grazie alle strade di montagna che regalano un caleidoscpio di paesaggi: canyons, crateri, grotte, laghi, ponti naturali. Siamo nel Paese che si definisce il primo tra i Crisitani al mondo, quindi scegliete quale fra i tantissimi, imponenti monasteri vorrete andare a vedere.

L’Armenia si trova in una zona “nebulosa”, più europea culturalmente, ma geograficamente asiatica. Secondo i vostri gusti, andate da aprile a ottobre, per godere al massimo della vostra esperienza. L’Armenia non ha sbocchi sul mare, tuttavia possiede una ricca varietà di scenari naturali. Approfittate dei tour in MTB organizzati dal nostro partner!

Amberd fortress in the clouds

Amberd, la fortezza nelle nuvole

Immergetevi nei rocciosi, drammatici paesaggi armeni

L’Armenia è ricca di stupendi elementi naturali. Uno dei luoghi più famosi è Ararat. Il biblico monte vulcanico (l’arca di Noè trovó riparo sulla sua cima), osserva la capitale dai sui 5165 metri. Molte montagne possono essere percorse in MTB: i monti Aragats sono quattro cime, di origini vulcaniche anch’essi; il cratere, profondo 350, m è visitabile. In questa provincia, c’è la bellissima fortezza Amberd, del VII secolo, situata a 2100 metri. Puó essere raggiunta solo grazie a una strada serpentina attraverso le montagne. Il Canyon di Garni è a mio avviso imperdibile. È soprannominato “Sinfonia di Rocce”, per i suoi dirupi di rocce poligonali. Portatevi acqua a sufficienza, evitate di arrivarci in macchina e fate un picnic quando siete giù nella gola! Qui scorre il fiume Azat e d’estate è possibile fare una nuotata! Non so voi, ma a me questo luogo pare assolutamente magnifico.

 

Se vi manca un po’ di ozio, divertitevi al Lago Sevan. Potrete andare in barca e nuotare: siamo a 1897 m e la temperatura dell’acqua, blu e fresca (18-23 gradi) è un paradiso in estate. Fate delle foto alle dolci mucche che si abbeverano nel lago. 😊

O prendete il sole sulle spiagge pubbliche, fate jet-ski o wind-surf… insomma, ci sono un sacco di cose da fare ! Restate qui per una cena a base di pesce fresco, verrà grigliato direttamente sulla spiaggia.

Non è finita, qui al Lago Sevan.  Sulla riva nord-ovest, su una stretta e rocciosa penisola si trova il Monastero Sevanavank. Risale al IX secolo, e regala una bellissima vista del lago, oltre a essere un importante esempio di architettura armena medievale. I monaci pescavano direttamente da quassu!

È solo uno dei diversi monasteri da vedere in Armenia. Un altro è Haghpat, un importante complesso religioso incluso nella lista dei beni dell’Unesco. Era un centro di scienze e ricerca, di copiatura e deposito di manoscritti.  

Yerevan, e oltre 

Quando vi sentite pronti a tornare nella civiltà, fermatevi nella capitale. Oggigiorno è una metropoli in evoluzione e un posto alla moda, orgoglioso di essersi lasciato alle spalle il corrotto regime Sovietico. Gli abitanti sono fiduciosi nel futuro, nella tecnologia, oltre ad essere notoriamente ospitali.

Il popolo armeno ha sofferto un massacro di larga scala nel 1915, dal governo Turco Ottomano. Perció, andate al Museo e Memoriale del Genocidio Armeno, situato su una collina a 5 km dal centro.

Questo scorso settembre Yerevan ha celebrato il suo 2800esimo anniversario, rendendola più antica di Roma. Andate alla Fortezza Erebuni e al Museo Erebuni (anche queste a una distanza perfetta da raggiungere in bici). Ci sono testimonianze dell’età del Bronzo e scoprirete che l’Armenia ha un tradizione di  produzione di vino sin da quest’epoca.  Tornate in città per cena, e esplorate l’inventiva della cucina Armena, una miscela con quella mediorentale. C’è l’imbrazzo della scelta fra wine bars, microbirrifici e café. Rimanendo in tema di bevande, visitate l’ Ararat Brandy Factory. L’Armenia ha una storica passione per l’uva e è stata la maggior esportatrice per più di un secolo. Il Brandy Ararat era il preferito di Winston Churchill.

 

Haghpat monastery

Il monastero di Haghpat, patrimonio dell’Unesco

Vi abbiamo dato solo alcuni suggerimenti fra le molte attrazioni presenti in Armenia, cosí che le scopriate spontaneamente e ci raccontiate la vostra esperienza ! Spero che vi siate incuriositi quanto me, mentre leggete di questa terra remota, viva e ricca di cultura.

Noleggia una bici in Armenia!

Ringraziamo il nostro partner GARDMAN TOUR per le stupende foto!

Fiammetta

Condividete con noi la vostra esperienza scrivendoci a info@bimbimbikes.com. E non dimenticare di taggarci su Facebook e Instagram per vincere un fantastico voucher!

Sherlock Holmes
0 0